Successo negli affari usando la Bibbia come tabella di marcia

Molte persone vedono gli affari come un’attività secolare, soprattutto se non implica il ministero. Tuttavia, abbracciare i principi commerciali presentati nella Sacra Bibbia può aiutare qualsiasi azienda a prosperare nel mercato globale di oggi.

Thank you for reading this post, don't forget to subscribe!

In Oklahoma la missione di un fornitore di servizi a lunga distanza è stata presa dalla Bibbia. Molte scritture che si trovano nella Bibbia parlano di come gli uomini d’affari dovrebbero governare se stessi e le loro aziende. La maggior parte delle organizzazioni probabilmente utilizza alcune linee guida bibliche, ma non capisce davvero come massimizzare la propria efficacia mantenendo allineate le parti fisiche e spirituali del proprio piano aziendale in modo da poter ottenere i migliori risultati possibili.

Abilità di gestione aziendale dalle Scritture

Vorrei condividere alcune idee tratte dalla Bibbia che ogni imprenditore può utilizzare per avere successo e prosperare come il Signore intendeva. Prima di tutto, devi riconoscere che la Terra è il Signore e tutto in essa gli appartiene, per parafrasare una scrittura. Siamo amministratori, gestori e custodi dei beni di Dio, quindi diventare un buon amministratore del suo parcheggio, il servizio di pulizia o qualsiasi altra cosa che ti è stata affidata deve diventare importante per te.

Il Nuovo Testamento riporta una parabola, (Luca 16) che fu raccontata da Gesù di un uomo d’affari che era stato accusato di abusare dei beni del suo signore. Se non hai familiarità con la storia, dovresti leggerla un giorno e estrarre alcune delle intuizioni spirituali aggiuntive. Il manager della storia ha scoperto di essere stato licenziato e ha chiamato alcuni dei suoi più grandi clienti e ha iniziato a scontare gli importi dovuti sui loro conti, sperando di creare opportunità future per se stesso. Il proprietario è stato informato di questa pratica e ha chiamato il manager e lo ha elogiato per aver agito in modo scaltro.

Possiamo imparare da quest’uomo disonesto e scaltro, se guardiamo un po’ più a fondo la situazione. Quello che ha tentato di fare alla fine del suo impiego è qualcosa che avrebbe dovuto fare da sempre, aiutando i suoi clienti. Quando lavoravo come venditore, per la pubblicità delle pagine gialle, offrivo sempre le mie competenze, nella progettazione di annunci efficaci, ai miei clienti sia che preparassero volantini o annunci per altri supporti di stampa, perché ero preoccupato per il successo della loro attività e non semplicemente vendendo loro pubblicità.

Servizio clienti che dà e riceve (The Rebecca Principle)

La Bibbia può anche essere usata come risorsa per creare relazioni più solide con fornitori e clienti. Conoscete la storia di Rebecca, che si trova nel libro della Genesi dell’Antico Testamento. Un uomo ricco mandò il suo capo dei servi, portando ogni sorta di doni, a trovare una sposa per suo figlio. Un giorno, mentre si avvicinava la sera, il servitore fermò la sua carovana presso un pozzo fuori città. Una giovane donna venne al pozzo e lui le chiese da bere.

Dopo avergli dato da bere, rispose: “Attingerò acqua anche per i tuoi cammelli”. Quando ebbe finito, tirò fuori argento, gioielli d’oro e capi di abbigliamento e li diede a Rebecca e alla sua famiglia, poi le chiese di accompagnarlo a tornare per incontrare Abramo, il patriarca ebreo, suo maestro, che lo aveva mandato in viaggio verso trova una moglie per suo figlio Isacco.

Una delle pepite spirituali che si possono discernere da questa storia è incentrata sul modo in cui questa giovane donna ha fornito più servizio del previsto e ha aperto inconsapevolmente una porta di opportunità così grande che tutta la sua famiglia è stata benedetta e migliaia di anni dopo la sua storia è ancora raccontata . Ogni imprenditore sa che fornire un servizio clienti affidabile ha un buon senso per gli affari, ma quanti riconoscono che dando agli altri, stanno seminando semi e quei semi produrranno un raccolto di frutti molto più grande dei pochi semi che sono stati piantati.

Marketing e gestione secondo i Vangeli

Il fornitore a lunga distanza menzionato in precedenza, è stato fondato sul principio biblico di “Cercare prima il regno di Dio”. Credono che “cercare il Regno” significhi diffondere e vivere il Vangelo. Quindi restituiscono il 10 percento delle loro entrate lorde ai ministeri che li hanno approvati. Negli anni hanno donato milioni per sfamare gli affamati e aiutare i ministeri che stanno facendo la volontà di Dio.

L’azienda, di proprietà di oltre 800 azionisti cristiani, è cresciuta da un’idea a un’organizzazione il cui fatturato lordo supera i 100 milioni di dollari all’anno. La vera sfida per ogni imprenditore è riconoscere che, proprio come ogni altro aspetto della vita, il business ha una componente sia spirituale che fisica e la Parola di Dio è una guida per la gestione, il marketing e i ministeri, anche nel 21° secolo.